EFFICIENZA ENERGETICA O RISPARMIO ENERGETICO?

Agenzia Combusti Academy
EFFICIENZA ENERGETICA O RISPARMIO ENERGETICO?
3:11
 

Ultimamente si fa un gran parlare di due termini in particolare: quello dell’efficientamento energetico e quello del risparmio energetico.

Questi termini possono sembrare relativamente simili ma in realtà il risparmio energetico è una conseguenza di un’opera di efficientamento energetico di un impianto.

 

Ma andiamo con ordine.

 

Il risparmio energetico, si concretizza quando vengono conclusi un insieme di interventi che mirano a ridurre i costi dell’energia necessaria per mantenere in equilibrio termico e non solo l’immobile.

 

Questi obiettivi possono essere raggiunti attraverso vari modi come modifiche tecniche agli impianti di riscaldamento oppure attraverso l’ottimizzazione delle forme di produzione dell’energia.

 

Il risparmio energetico non è sempre sinonimo di maggiore efficienza energetica, ma rappresenta una riduzione del fabbisogno energetico seguendo uno stile di vita basato sull’utilizzo più responsabile delle risorse.

 

In parole povere, risparmio energetico significa ottimizzare il consumo di energia. 

 

Basti pensare a quello che sta succedendo in questo momento con il gas. 

 

Il risultato della situazione socio politica odierna ha innalzato i costi del gas per il riscaldamento. La Commissione UE ha quindi chiesto di abbassare le temperature ambienti di 2 gradi, arrivando quindi a tenere le nostre abitazioni a 25 gradi in estate e 19 gradi in inverno.

 

Per ottenere un corretto risparmio energetico intervenire sull’involucro e poi sugli impianti termici è la corretta strada da percorrere. 

 

Bisogna immaginare di intervenire prima all’esterno quando possibile (capotto e finestre) e poi intervenire sulla parte interna (generatore di calore e impianti). 

 

L’efficienza energetica, parliamo invece della capacità di ottimizzare l’energia per soddisfare un determinato fabbisogno.

 

L’efficienza energetica  punta a raggiungere un consumo energetico inferiore.

 

Obiettivo dell’efficienza energetica è quindi il miglioramento del comfort abitativo e termico. 

 

Un impianto efficiente vuol dire un risparmio anche in termini economici e di riduzione dell’inquinamento.

 

Tra queste azioni troviamo l’installazione di pannelli fotovoltaici, pompe di calore per il riscaldamento, pannelli solari termici per produrre acqua calda sanitaria.

 

Anche l’installazione di batterie per il fotovoltaico consentono l’utilizzo ritardato di quanto già prodotto a livello energetico.

 

 

I concetti di risparmio energetico ed efficienza energetica sono quindi differenti ma strettamente legati tra loro.

 

 

Insieme assumono il significato di una notevole riduzione di consumi e una diminuzione dell’impatto ambientale generato dai combustibili fossili e dalle emissioni di anidride carbonica.

 

È comunque opportuno chiarire un concetto: nel caso dell’efficienza energetica, l’obiettivo non è quello di consumare come prima avendo dei costi di produzione ridotti, l’obiettivo è quello di consumare responsabilmente in maniera razionale.

 

Soffermiamoci quindi a riflettere come in maniera responsabile l’accensione degli impianti termici, attraverso la corretta impostazione degli impianti di riscaldamento invernale e di raffrescamento estivo e un uso cosciente degli elettrodomestici, possano portare alla riduzione del fabbisogno energetico e quindi al risparmio energetico. 

 

Seguici su: Telegram | Instagram | Facebook | Linkedin | You Tube |

 

 

Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.